7 notizie sulle Serie Tv che vi peggioreranno la giornata

di Redazione

7 notizie sulle Serie Tv che vi peggioreranno la giornata

| giovedì 04 Gen 2018 - 10:14
7 notizie sulle Serie Tv che vi peggioreranno la giornata

 

Premetto di non credere a quanto dice l’oroscopo. Se però mi capita sottocchio un giornale o un articolo, cerco sempre il segno del Capricorno per vedere cosa mi aspetta. Ed è quello che ho fatto qualche giorno fa: ho letto che nel 2018 il mio segno sarebbe stato uno dei migliori, con un inizio dell’anno bollente. Una curiosità: “bollente” è un modo carino per dire “avrai una brutta influenza“? Perchè io il 2018 l’ho iniziato così. Ora penserete che da amante delle Serie Tv possa sfruttare questo periodo di degenza per godermi intere stagioni a letto. Invece, l’unica compagnia che ho è quella di un incubo: l’esame di sociologia. Peggio di così non può andare, penso. Ma mi sbaglio: domani è il mio compleanno e lo passerò con Goffman e Durkheim, sorseggiando un TachiFlu avvolta in una coperta di pile. Spero che il vostro 2018 abbia avuto un inizio migliore del mio. Almeno, prima di ricevere queste brutte notizie sulle Serie Tv.

MCMAFIA E LA CURIOSA PERDITA DI VIEWERS

La BBC ha iniziato il 2018 con la trasmissione di McMafia, il racconto di un giovane costretto improvvisamente a fare i conti con il passato criminale della sua famiglia. La Serie è appena iniziata, eppure ha già perso diversi sostenitori per un motivo curioso.

I sottotitoli non sono apprezzati da tutti, questa non è una novità. Ma per McMafia sembra esserci un vero e proprio accanimento contro la presenza di sottotitoli durante i dialoghi in lingua russa e in lingua araba. Una larga fetta del pubblico ha subito postato le proprie opinioni su Twitter, convinti che i sottotitoli abbiano rovinato l’esperienza televisiva di McMafia.

mcmafia

Hall of Series.

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb