Libano, uomo armato si barrica in banca a Beirut e prende ostaggi: «Ridatemi i miei soldi»

di Furio Piccione

Libano, uomo armato si barrica in banca a Beirut e prende ostaggi: «Ridatemi i miei soldi»

| giovedì 11 Ago 2022 - 20:44

Molti conti libanesi in dollari e euro sono stati congelati tre anni fa. Il fratello: «Nostro padre è in fin di vita, non sappiamo come pagare le cure»

Un uomo armato è entrato nella filiale della Federal Bank di Beirut, capitale del Libano, e ha preso in ostaggio i dipendenti e alcuni clienti della filiale. Con sé ha portato anche una tanica di benzina con cui minaccia di dare fuoco ai locali della banca . Barricato dentro gli uffici, l’uomo chiede che gli vengano dati i suoi soldi, i circa 210 mila dollari statunitensi depositati sul suo conto a cui non ha più accesso dal 2019. Da quando infatti il governo, per far fronte a una grave crisi del sistema finanziario, ha predisposto il congelamento della gran parte dei conti in valuta pesante, euro o dollari. Nel video si vedono due dei poliziotti tra quelli radunati fuori dall’edificio che tentano di convincerlo a lasciare l’arma e a liberare gli ostaggi. Ma l’uomo urla: «Ridatemi i miei soldi». Solo un anziano per ora è stato rilasciato. Alle porte della banca intanto, nella centralissima via Hamra si è radunata una folla per esprimere solidarietà al sequestratore. Tra loro anche il fratello dell’uomo che ha detto alle tv locali: «Nostro padre è in fin di vita in ospedale e non sappiamo come pagare le sue cure». ( CorriereTv ). Guarda il video su Corriere: https://video.corriere.it/esteri/libano-uomo-armato-si-barrica-banca-beirut-prende-ostaggi-ridatemi-miei-soldi/0dc4a724-1973-11ed-b6e1-f9c5fe9a90a2

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com