Le bombe di Cosa Nostra a Roma e Milano

di Jack Sentenza

Le bombe di Cosa Nostra a Roma e Milano

| sabato 27 Lug 2019 - 00:01

27 luglio 1993 – Dopo il fallito attentato di Via Fauro a Roma contro Maurizio Costanzo e la strage in Via dei Georgofili a Firenze, prosegue la strategia della tensione di Cosa Nostra, iniziata da Totò Riina e portata avanti dopo il suo arresto soprattutto per volontà di Leoluca Bagarella, a capo della fazione corleonese più intransigente.

Uomini di Giuseppe Graviano (Gaspare Spatuzza, Salvatore Benigno, Giuseppe Barranca e Cristofaro Cannella), di Matteo Messina Denaro (Antonio Scarano) e della famiglia di Corso dei Mille (Francesco Giuliano e Cosimo Lo Nigro) fanno esplodere quasi contemporaneamente tre autobombe, due a Roma e una a Milano.

Nella capitale vengono gravemente danneggiate le chiese di San Giorgio al Velabro e San Giovanni in Laterano, mentre in via Palestro a Milano perdono la vita un vigile urbano, tre vigili del fuoco e un immigrato marocchino.

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb