Una tranquilla grigliata a casa di Michele Greco

di Jack Sentenza

Una tranquilla grigliata a casa di Michele Greco

| lunedì 30 Nov 2020 - 00:01

30 Novembre 1982 – Dopo aver fatto piazza pulita dei nemici interni a Cosa Nostra, i Corleonesi si sbarazzano degli alleati considerati “non affidabili”, ovvero quelli passati dalla loro parte solo dopo la morte di Stefano Bontate e Salvatore Inzerillo.

Nella tenuta di Michele Greco, detto il Papa, Totò Riina massacra Rosario Riccobono (boss di Partanna-Mondello), Salvatore Scaglione (boss della famiglia della Noce) e altri sette associati, con l’aiuto di Giovanni Brusca, Giuseppe Greco (detto Scarpuzzedda) e Baldassare Di Maggio. Invitati dal Papa per un’amichevole grigliata all’aperto, Riccobono e gli altri vengono prima strangolati e poi sciolti nell’acido.

Nella stessa giornata, a Palermo, vengono uccisi diversi uomini fedeli a Riccobono; pochi giorni dopo suo fratello, Vito Riccobono, viene trovato decapitato nella sua auto; qualche settimana più tardi viene ucciso e sciolto nell’acido anche il noto killer Filippo Marchese (boss della famiglia di Corso Dei Mille).

Sono gli ultimi episodi salienti della Seconda Guerra di Mafia.

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com