Le domeniche italiane ai tempi dell’Austerity – Il primo pentito di mafia – La morte di Pablo Escobar

di Memento

Le domeniche italiane ai tempi dell’Austerity – Il primo pentito di mafia – La morte di Pablo Escobar

| mercoledì 02 Dic 2020 - 00:01
Le domeniche italiane ai tempi dell’Austerity – Il primo pentito di mafia – La morte di Pablo Escobar

Accadde Oggi 2 Dicembre

1973 – È la prima domenica di Austerity in Italia, conseguenza della pesante crisi petrolifera: vige il divieto assoluto di circolazione dei mezzi privati, pena pesanti sanzioni amministrative. Dall’aprile del ‘74 le misure si allenteranno con l’autorizzazione del traffico domenicale a targhe alterne.

1984Cosa Nostra uccide il primo pentito di mafia, Leonardo Vitale, mentre esce di chiesa con la propria famiglia. Già nel lontano 1973, Vitale aveva rivelato l’esistenza della Commissione facendo i nomi di Totò Riina, Bernardo Provenzano, Pippo Calò, Michele Greco e Vito Ciancimino.

1993 – Con l’aiuto dalle forze speciali statunitensi, la Polizia colombiana uccide il narcotrafficante Pablo Escobar dopo un lungo inseguimento nel centro di Medellín. Il “Re della cocaina” è considerato il criminale più ricco della storia, con un patrimonio stimato all’epoca oltre 30 miliardi di dollari.

Altre Notizie:

1804 – Nella cattedrale parigina di Notre-Dame, alla presenza di papa Pio VII, Napoleone Bonaparte si autoincorona Imperatore dei Francesi. Esattamente un anno dopo sconfiggerà gli eserciti russo e austriaco nella Battaglia di Austerlitz, decretando la fine del Sacro Romano Impero.

Accadde Oggi 2 Dicembre

1823 – Nell’annuale messaggio al Congresso, il Presidente James Monroe delinea per la prima volta la politica imperialista degli Stati Uniti, intimando alle potenze europee di non intromettersi negli affari del continente americano. La “Dottrina Monroe” sarà spesso usata per giustificare gli interventi politici e militari statunitensi in America centrale e meridionale.

1859 – Alla vigilia della guerra di secessione viene impiccato in Virginia John Brown, bianco votato alla causa antischiavista. Considerato un martire dai soldati nordisti, l’attivista ispirerà la nota canzone “John Brown’s Body”, poi adattata a Inno di battaglia della Repubblica.

1942 – All’interno del CP-1 (prima pila atomica della storia, situata nell’Università di Chicago sotto le tribune di uno stadio abbandonato), il gruppo di ricerca guidato da Enrico Fermi ottiene la prima reazione nucleare a catena autoalimentata. L’inizio dell’era nucleare troverà la sua prima applicazione tre anni più tardi con il famigerato bombardamento atomico di Hiroshima.

1954 – Dopo gli anni della Paura rossa, indiscriminata caccia alle streghe verso presunti filocomunisti, il Senato degli Stati Uniti vota a larga maggioranza la censura di Joseph McCarthy per una “condotta che tende a gettare il Senato nel disonore e nel disprezzo”. La fine del maccartismo segna anche la rovina politica del senatore, che morirà appena tre anni più tardi per alcolismo.

1994L’Achille Lauro affonda al largo delle coste somale in seguito a un incendio divampato durante una crociera verso il Sudafrica. La travagliata storia del noto transatlantico italiano termina con i passeggeri tratti in salvo da un vascello panamense e dalla fregata Zeffiro della Marina Militare.

Accadde Oggi 2 Dicembre

2012 – Alla 35ª edizione di consegna dei Kennedy Center Honors, la più alta onorificenza culturale degli Stati Uniti, il Presidente Barack Obama premia i Led Zeppelin per il contributo da loro portato “alla vita culturale della nazione americana e del mondo”.

Buon Compleanno a:

Peter Kingsbery, cantautore statunitense leader dei Cock Robin, nato il 2 dicembre 1952

Addio a:

Charlie Byrd, chitarrista jazz statunitense nato nel 1925 e scomparso il 2 dicembre 1999

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb