La strage di Marzabotto – Le vittime delle foibe – Il lancio della PlayStation

di Memento

La strage di Marzabotto – Le vittime delle foibe – Il lancio della PlayStation

| martedì 29 Set 2020 - 00:01
La strage di Marzabotto – Le vittime delle foibe – Il lancio della PlayStation

Accadde Oggi 29 Settembre

1944 – Alle pendici di Monte Sole, in provincia di Bologna, ha inizio la tristemente nota strage di Marzabotto: allo scopo di stanare la brigata partigiana “Stella Rossa”, le truppe naziste rastrellano una vasta area tra le valli del Setta e del Reno, assaltando ogni località, ogni frazione, ogni casolare. Al termine dell’operazione, si conteranno oltre 2.000 vittime.

1943 – Il Consiglio Popolare istriano istituisce il “Comitato esecutivo provvisorio di liberazione dell’Istria”, improvvisati tribunali partigiani che emetteranno centinaia di condanne a morte non solo contro rappresentanti del regime fascista, ma anche verso l’intera comunità italiana. La maggioranza dei condannati sarà gettata viva nelle foibe, caverne verticali tipiche della regione carsica. Secondo le stime più attendibili, le vittime dei massacri delle foibe ammontano a circa 11.000 persone.

1995 – Dopo l’uscita in Giappone e negli USA, la Sony lancia sul mercato europeo la PlayStation, sua prima console per videogiochi.

Accadde Oggi 29 Settembre

Altre Notizie:

1936 – A poche settimane dallo scoppio della guerra civile spagnola, i nazionalisti proclamano Francisco Franco Generalissimo delle Forze di terra, di mare e dell’aria. La presa indisturbata del potere di Franco è dovuta soprattutto alle posizioni di Hitler, che avrebbe continuato a supportare i nazionalisti alla sola condizione che Franco venisse scelto come “Caudillo” (duce) di Spagna.

1941 – Stando a un dettagliatissimo rapporto militare, nei pressi di Kiev ben 33.771 ebrei vengono uccisi in poche ore da nazisti e collaborazionisti. Insieme al massacro di Odessa e all’Operazione Erntefest in Polonia, quello di Babi Yar resta uno degli eccidi più cruenti della Seconda guerra.

1949 – Prodotto dalla United Productions of America, studio di animazione costituito da disegnatori fuoriusciti dalla Disney, esce al cinema il cortometraggio “Ragtime Bear” in cui debutta Mr. Magoo, curioso personaggio basso, calvo e molto miope, ignaro dei pericoli dai quale scampa ogni volta.

1961 – Dalle colonne del New York Times, il critico musicale Robert Shelton tesse le lodi di un ventenne cantautore semi sconosciuto, casualmente ascoltato in un club del Greenwich Village. L’articolo viene letto dal talent-scout della Columbia Records John Hammond, che redige immediatamente un contratto per il giovane Bob Dylan.

1964 – Il settimanale argentino Primera Plana pubblica la prima striscia di Mafalda, personaggio dei fumetti nato dalla penna del talentuoso Quino (al secolo Joaquin Lavado).

Accadde Oggi 29 Settembre

1975 – Donatella Colasanti di 17 anni e Rosaria Lopez di 19 anni, residenti a Roma, ricevono un invito da parte di tre ragazzi per una festa in una villa sul Circeo. Le ragazze vengono prima drogate, poi torturate, infine violentate per più di 24 ore. Nel massacro del Circeo, la Lopez muore annegata nella vasca da bagno, la Colasanti riesce invece a salvarsi fingendosi morta: chiusa in un bagagliaio, le sue grida vengono sentite da un metronotte, mentre i suoi aguzzini stanno tranquillamente cenando.

1995 – In un comunicato ufficiale della Casa Bianca, il Presidente statunitense Bill Clinton cita per la prima volta l’Area 51, ammettendo così l’esistenza della segretissima base contrariamente a quanto fatto dalle amministrazioni precedenti. Parte di un’area militare più estesa della Sicilia, l’Area 51 è oggetto delle più disparate teorie complottistiche, soprattutto da parte di molti ufologi.

Buon Compleanno a:

Loretta Goggi, imitatrice, showgirl e cantante romana nata il 29 settembre 1950

Addio a:

Émile Zola, scrittore e giornalista francese nato nel 1840 e scomparso il 29 settembre 1902

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb