La lunga fuga del bandito Giuliano – Il grande incendio di Londra – La resa del Giappone

di Memento

La lunga fuga del bandito Giuliano – Il grande incendio di Londra – La resa del Giappone

| domenica 02 Set 2018 - 00:01
La lunga fuga del bandito Giuliano – Il grande incendio di Londra – La resa del Giappone

Accadde Oggi 2 Settembre

 

1943 – Fermato ad un posto di blocco dei carabinieri mentre trasporta due sacchi di frumento provenienti dal mercato nero caricati su un cavallo, il diciottenne monteleprino Salvatore Giuliano si libera a colpi d’arma da fuoco, uccidendo un carabiniere: inizia la latitanza, e con essa la leggenda, del noto bandito siciliano, terminata tragicamente sette anni più tardi.

1666 – A Pudding Lane, nei pressi del London Bridge, va a fuoco la casa del panettiere personale di Carlo II d’Inghilterra. Il rapido propagarsi delle fiamme provoca il Grande incendio di Londra, che divampa per tre giorni distruggendo 10.000 edifici, tra cui la Cattedrale di St. Paul, la Royal Exchange, la dogana, quattro ponti sul Tamigi e tre porte della città.

Accadde Oggi 2 Settembre

 

1945 – Dopo essere stata annunciata alla radio dall’imperatore Hirohito il 15 agosto precedente, la resa del Giappone viene sottoscritta da una delegazione guidata da Mamoru Shigemitsu e accettata dal generale Douglas MacArthur e dall’Ammiraglio Chester Nimitz a bordo della nave da guerra Missouri, nella Baia di Tokyo, sancendo formalmente la fine della Seconda guerra mondiale.

Accadde Oggi 2 Settembre

 

_________________________________________________

 

Altre Notizie:

 

31 a.C. – Con la vittoria della flotta di Ottaviano su quella di Marco Antonio e Cleopatra nella Battaglia di Azio, scontro navale al largo della costa occidentale greca, termina la guerra civile romana.

1847 – I primi moti irredentisti italiani partono da Reggio Calabria, occupata dai rivoluzionari guidati dal patriota reggino Domenico Romeo. L’azione avrebbe dovuto coinvolgere anche Messina e Catanzaro, ma nella prima viene velocemente sedata e nella seconda non scoppia neppure. Le forze borboniche hanno perciò vita facile a reprimere la rivolta di Reggio: Romeo verrà barbaramente ucciso e decapitato, e la sua testa rimarrà esposta nel cortile delle carceri di San Francesco per due giorni, come monito per i tanti rivoltosi ivi detenuti.

1870 – Nella Battaglia di Sedan, episodio decisivo della guerra franco-prussiana, l’esercito francese registra una disastrosa débâcle, con l’imperatore Napoleone III e 100.000 soldati fatti prigionieri. A seguito della sconfitta cade definitivamente l’Impero Francese, sostituito dalla Terza Repubblica.

1885 – In Wyoming, dopo un lungo periodo di tensioni dovute alla decisione delle compagnia mineraria di sottopagare i lavoratori cinesi, scoppia la Rivolta di Rock Springs: 150 minatori bianchi attaccano i loro colleghi cinesi, uccidendone 28 e costringendone diverse centinaia a lasciare la città.

1901 – Due giorni dopo l’attentato al presidente in carica William McKinley, il vicepresidente statunitense Theodore Roosevelt pronuncia le parole “Parla gentilmente e portati un grosso bastone; andrai lontano” durante un discorso alla Fiera di Stato del Minnesota. La frase costituirà il principio-guida nella politica estera della sua presidenza, emulata in seguito da molti suoi successori: fortemente pragmatica e basata sui principi della ragion di Stato, la machiavellica azione rooseveltiana sarà caratterizzata da negoziati pacifici affiancati dalla minaccia del “grosso bastone”, cioè dell’intervento militare statunitense.

1969 – Nell’anniversario dell’indipendenza del Vietnam, da lui proclamata nel 1945, muore il presidente Ho Chi Minh: la guerra contro gli USA nel sud del paese verrà proseguita da un collettivo di militari e uomini politici, senza che venga indicato un diretto successore.

1980 – I giornalisti italiani Italo Toni e Graziella De Palo scompaiono misteriosamente a Beirut, in Libano, mentre si accingono a visitare le postazioni dell’OLP accompagnati da Piera Redaelli, militante filo-palestinese italiana. L’ambasciatore D’Andrea scriverà un telegramma al ministero degli Esteri dichiarando che il rapimento di Graziella e di Italo è opera di Al Fatah, e precisando di essere a conoscenza del nome dei rapitori. Il telegramma non verrà mai reso noto; all’epoca il segretario generale della Farnesina è Francesco Malfatti di Montretto, che si scoprirà in seguito essere affiliato alla P2. I due giornalisti stavano indagando sul traffico internazionale di armi e sui rapporti tra Stato Italiano e OLP.

 

Buon Compleanno a:

Keanu Reeves, attore canadese nato nel 1964

Accadde Oggi 2 Settembre

 

Addio a:

1937 – Pierre de Coubertin, pedagogista francese fondatore dei moderni Giochi olimpici, nato nel 1863

Accadde Oggi 2 Settembre

 

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb