La morte della “tigre” Giuseppe Di Cristina

di Jack Sentenza

La morte della “tigre” Giuseppe Di Cristina

| giovedì 30 Mag 2019 - 00:01

30 maggio 1978 – A Palermo, un commando di killer corleonesi guidato da Leoluca Bagarella uccide Giuseppe Di Cristina, detto “La tigre”, alleato di Stefano Bontate e rappresentante della provincia di Caltanissetta nella Commissione di Cosa Nostra.

Nelle sue tasche, il capo della Mobile Boris Giuliano trova alcuni assegni per il banchiere Michele Sindona firmati da Domenico Balducci, esponente di spicco della Banda della Magliana che sarà anch’egli assassinato pochi anni dopo.

Per approfondire le indagini, Giuliano incontrerà l’avvocato Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore delle banche di Sindona: Ambrosoli verrà ucciso pochi giorni dopo l’incontro. Dieci giorni più tardi, stessa sorte toccherà al commissario Giuliano, sempre per mano di Leoluca Bagarella.

La morte della “Tigre” è il preludio alla Seconda guerra di mafia.

Visto Sul Web - Voci e immagini della tragica Commedia Umana
Almanacco per voci e immagini: informazione, curiosità e divertimento

Visto Sul Web è privo di periodicità fissa, è edito in proprio, non richiede contributi pubblici.
Pertanto è solo una espressione del libero pensiero, ai sensi dell’art. 21 della Costituzione Italiana, non è soggetto alle norme sulla stampa previste dalla legge n. 47/1948.
Le foto pubblicate sono state selezionate tra quelle non coperte da copyright.
Qualora, tra le foto utilizzate dovesse essercene qualcuna tutelata da diritti d'autore contattateci via mail e provvederemo immediatamente ad eliminarla.
Visto sul web fondato il 1 Aprile 2017
vistosulweb@gmail.com - m.me/vistosulweb
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com